Millefoglie

Etimologia

Il nome latino Achillea millefolium deriva dal nome greco Achilleios e potrebbe essere tradotto con «erba di Achille». Achille, eroe mitologico della guerra di Troia, fu introdotto all’arte delle erbe e alla medicazione delle ferite dal centauro Chirone. Il nome della specie millefolium deriva dal greco Myriophyllon, che significa «innumerevoli foglie».

Achillea millefolium

Scheda

Famiglia Asteracee
Fioritura da maggio e ottobre
Raccolta della pianta in fiore: da maggio a ottobre
Caratteristiche il caratteristico colore bianco dei fiori ricorda il vello delle pecore, lo stelo e le foglioline sono fittamente intrecciate, le radici penetrano e smuovono il terreno.
Vegetazione prati, al limitare di campi e del bosco, terreni boschivi radi, suolo detritico

Consigli culinari

Zuppa di millefoglie (2 persone)

Lavare e tamponare i fiori e le foglie della millefoglie. Tritare 2 cucchiai di foglie. Staccare le cime di una millefoglie e conservarle. Pelare 1 cipolla, tritarla e farla soffriggere nel burro. Aggiungere le foglie di millefoglie con 100 g di piselli e far soffriggere altri 5 minuti. Sfumare con 2 dl di brodo di verdura, lasciare cuocere e frullare il tutto. Aggiungere alla crema il resto del brodo con fiori, aggiustare di sale e pepe. Sbattere 1,5 dl di panna con 1 uovo intero e 1 tuorlo e aggiungerla alla zuppa mescolando. Scaldare nuovamente senza lasciar cuocere e servire immediatamente.