Menta glaciale

Etimologia

Le erbe che Ricola chiama «menta glaciale» vengono coltivate con metodi naturali sulle morane del ghiacciaio della Vallonia. La menta glaciale non è però una pianta a tutti gli effetti, bensì una miscela creata dall’unione fra la menta piperita e la menta marocchina.

Mentha x piperita

Scheda

Famiglia Lamiaceae
Fioritura da giugno a settembre
Raccolto prima della fioritura: da maggio a settembre
Steli robusti, fino a 90 cm di altezza
Vegetazione sulle morane del ghiacciaio Vallese

Mitologia

Nel sarcofago

Nel medioevo le coltivazioni di mentastro verde erano più frequenti di quelle di menta piperita. Ritrovamenti effettuati in antiche tombe egiziane mostrano tuttavia che la menta piperita era già nota nel 1200-600 a.c. Gli egiziani inserivano della menta nel sarcofago del faraone morto per proteggerlo durante il viaggio nell’aldilà. A causa del suo buon profumo la menta viene oggi impiegata anche per la preparazione di cosmetici e profumi.

Menta glaciale

La freschezza dei ghiacciai alpini

Menta glaciale

La freschezza dei ghiacciai alpini