Chiudi

Seleziona:

International website

If you haven`t found your country, please choose "International website".

Suggerimenti per un giardino perfetto

Che sia per una tisana o per un bagno rilassante, le erbe sono ideali in ogni occasione. E se provengono dal proprio giardino fanno ancora meglio al corpo e all'anima. Realizzare un giardino di erbe è più facile di quanto si creda.

Ursula Richterich, direttrice del giardino delle erbe Ricola di Nenzlingen, nel distretto di Laufen, e membro della famiglia proprietaria dell'azienda, vi fornisce alcuni preziosi consigli. Non occorre molto spazio per un giardino di erbe, è sufficiente una superficie di tre metri quadrati per piantare le principali erbe medicinali e aromatiche e raccoglierle quando servono.

La forma perfetta per un giardino rigoglioso

Le forme preferite sono il triangolo e la spirale. Entrambe sono ideali per la coltivazione delle erbe perché consentono di piantarle in terreni diversi entro uno spazio molto ristretto. Ursula Richterich vi consiglia di costruire una "spirale" per le erbe: un'aiuola tridimensionale, alta circa un metro, e fatta di pietre e terra. Per motivi di spazio la spirale di erbe non è adatta al balcone di casa dove è preferibile utilizzare delle cassette.

Le domande più importanti

Quando?
Le erbe vanno piantate nella spirale in primavera o in autunno.

Dove?
L'ideale è un punto non troppo distante dalla cucina raggiungibile senza sporcarsi i piedi. Inoltre deve essere un posto soleggiato.

Quale materiale usare?
La spirale può essere realizzata con pietre, ghiaia o anche calcinacci che vanno ammucchiati fino a un'altezza di circa 80 cm. Per i muri della spirale è preferibile usare pietre naturali. Lo spazio tra un muro e l'altro deve essere di circa 60 cm. Una volta costruiti i muri riempite il fondo con uno strato di 20 - 30 cm di terra.

Che terra usare?

Riguardo alla composizione del terreno le erbe hanno esigenze diverse. Nel punto più alto della spirale è consigliabile utilizzare due terzi di terra e un terzo di sabbia, nella parte centrale solo terra e in basso terra e un compost molto nutriente. «Stabilizzate la fine della spirale con pietre o paglia in modo da evitare che la pioggia asporti il terreno», consiglia la signora Richterich. In alternativa si può concludere la spirale con un piccolo stagno.

Quali erbe piantare?

  • Nella parte più alta e esposta al sole: erbe mediterranee come il timo, la salvia e il rosmarino.
  • Al centro, un po' più all'ombra: erbe più resistenti come la melissa, l'origano, la malva, la camomilla o il cerfoglio.
  • In basso: le piante che amano l'umidità come l'erba cipollina o il prezzemolo.
  • Negli interstizi dei muri si può piantare ad esempiola cappuccina.
Quali erbe è meglio non piantare?
Ursula Richterich sconsiglia di piantare nella spirale erbe che diventano molto alte, come il levistico o il rafano, ma anche alcune erbe basse come la menta e l'estragone. «Si tratta di erbe che hanno radici molto profonde, che si espandono nel terreno invadendo tutta la spirale e limitando la crescita delle altre piante.», dice la signora Richterich. Questo vale anche per l'artemisia le cui radici compromettono la crescita delle piante circostanti.

Il consiglio speciale della signora Richterich
Irrorate le piante con un macerato di equiseto per allontanare i parassiti e rinforzare il «sistema immunitario» delle erbe.